Detrazioni Scolastiche 730/2019

Spese scolastiche 2019 scaricabili dalle tasse

Spese scolastiche 2019 scaricabili dalle tasse

Alcune spese, pari al al 19% ed entro il limite di 150 euro, possono essere inserite nel modulo detrazioni scolastiche 730/2019; le istruzioni per i contribuenti sono state indicate dall’Agenzia delle Entrate.

Rimangono non detraibili le spese relative all’acquisto di libri di testo e di materiale di cartoleria

Spese scolastiche: quanto si può scaricare

Chi ha figli studenti può recuperare dalle tasse 150 euro per ciascun figlio, fino ad un massimo di 800 euro a partire da 2018, mentre precedentemente la soglia massima era 786 €.

Tali detrazioni sono valide a prescindere dalla scuola frequentata, statale o paritaria, dall’asilo fino all’università

Spese scolastiche: quali si possono detrarre

Detrazione gite e mensa scolastica: si possono recuperare le spese oltre che delle rette scolastiche anche della mensa e delle gite.

Detrazione strumenti musicali: per l’a.s. 2018/2019 è stato confermato anche il bonus per l’acquisto di strumenti musicali dato per gli studenti iscritti ai licei musicali o a chiunque abbia nel programma scolastico materie attinenti.

Detrazione spese mediche: riguarda gli studenti affetti da disturbi DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) ed è valida fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado, per l’acquisto di  strumenti e sussidi tecnici informatici propedeutici all’apprendimento.

Per usufruire di questa detrazione, occorre presentare un certificato medico che attesti un legame reale tra le spese effettuate e il disturbo effettivo dello studente oltre alle ricevute dei costi sostenuti.

Detrazione mezzi pubblici: spese scolastiche se lo studente si reca a scuola con i mezzi pubblici.

Con il cosiddetto bonus trasporti si può scaricare 19% delle spese sostenute per abbonamenti di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale nel tetto massimo individuale (a studente) di 250 euro.

Detrazioni Universitarie

Per gli studenti che frequentano università sia in Italia che all’estero, è prevista la detrazione del 19%.

Riguarda corsi universitari di specializzazione e di perfezionamento in università pubbliche e private e master gestiti da istituti universitari.

Detrazione studenti fuori sede: se domiciliati ad almeno 100 km di distanza dal comune di residenza,  possono detrarre il 19% del canone di locazione fino a un massimo di 2.633 euro.

Detrazioni scolastiche 730/2019: come funzionano

Per ottenere i rimborsi occorre conservare tutte le fatture, ricevute o quietanze di pagamento con le specifiche di importi e titolo di spesa.

La documentazione va fornita ai Caf o ai commercialisti che si occupano di compilare la denuncia dei redditi.

Per richiedere le detrazioni scolastiche occorre usare le specifiche funzioni NOIPA oppure INPS.

Precisazione: se il figlio o i figli studenti hanno un’età superiore ai 24 anni si possono ottenere le detrazioni a patto che il giovane non guadagni complessivamente più di 2.840 euro lordi all’anno.



Vota l'Articolo


1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(2 voti - media: 9,50 su 10)






Leggi Anche: